Tarte Tatin salata

IMG_4786

Incredibile ma vero, una ricetta salata da queste parti!!!

Oggi avevo voglia di sfornare qualcosa che non fosse di zucchero e uova, ma che restasse comunque nei sensi del “dolce” e risaltasse quella sapidità che, a volte, richiama le nostre voglie. E poi volevo sporcarmi le mani, impastare, tirare fuori il piano da lavoro e stendere la pasta. Dunque una torta salata era proprio l’ideale. Conosciamo la Tarte Tatin nella classica versione francese, dolce. La torta rovesciata con le mele a raggiera, burrose e caramellate. Questa è l’altra faccia della Tatin, diciamo così.

Continue reading

Pan brioche allo yogurt

IMG_4755

Non è un caso, immagino, che io lieviti e pure i miei dolci…

Almeno, io vorrei tanto che loro continuassero a crescere, belli e tondi, soffici soffici. Battendo in larghezza e pure in abbondanza la mia pancia sempre più piena, dimora della mia bimba che ad agosto verrà al mondo. E mentre Martina si prepara a guardare con i propri occhi ciò che accade qui fuori, io inganno l’attesa così. Cucinando e impastando, tra farina e zucchero a velo, speranze e paure che a tratti si attenuano, per poi riprendere a scalciare impazienti.

Continue reading

Le biscottone

IMG_4739

Diciamo che con i biscotti ho un altro rapporto, rispetto ai lievitati. E poi per me la colazione è il pasto più importante della giornata. Quello che stabilisce il mio umore, che dà il buongiorno a me e a chi mi circonda.

Da questo piccolo rito quotidiano, ricavo tutta l’energia e l’ottimismo per affrontare un nuovo giorno. Allora spesso batto il domani sul tempo. Gioco d’anticipo, come si dice…

Il venerdì pomeriggio mi sembrava perfetto per una ricetta nuova, dedicata appunto alla realizzazione di tanti bei biscotti. Avevo voglia però di qualcosa di frolloso e zuccheroso – si può dire? – mi sa di no. Ed ecco l’idea che arriva dopo aver curiosato in rete.

Avete presente le Biscottone della Mulino Bianco?

Continue reading

Felicità è… un panetto che lievita.

danubio dolce

Un anno è passato, dall’ultima ricetta. Un anno importante  e pieno di sorprese, cambiamenti… c’è stato un attimo in cui ho pensato sul serio di chiudere tutto. Poi però qualcosa mi ha trattenuto, mi ha dato pazienza e ancora un po’ di fiducia. In me. In questo piccolo e prezioso spazio che, nonostante l’attesa e le pagine bianche, resta comunque un rifugio dolce e soffice. Come piace a me.

Continue reading

Mamma ha fatto gli gnocchi!

gnocchi

Siamo giunte a un primo piatto, è già un bel traguardo per me. Soprattutto mi rende felice pensare che i primi protagonisti, siano proprio gli gnocchi. Un piatto conosciuto in tutto il mondo, amato da grandi e bambini. Sperimentato in tutte le salse, o quasi, tanto buono e sostanzioso da diventare un modo di dire “ridi ridi, che mamma ha fatto gli gnocchi“. Non mi è mai stato chiaro il senso di questa affermazione, so solo che da bambina io associavo lo gnocco al giovedì e, anche questa cosa, ahimé non mi è chiara. Ma non mi importa, in fondo mi piace lasciare questa immagine misteriosa e di un gusto unico e morbidissimo, la stessa che avevo proprio da bambina. Mi è capitato di leggere da qualche parte che, fare gli gnocchi è una bella sfida, nonché Arte. Sono abbastanza d’accordo, e oggi, posso dire orgogliosa e fiera, di aver vinto la mia prima sfida “con le mani in pasta”.

Di solito guardo sul web, e sperimento i miei piatti. Questa volta, e tutte le volte in cui si parla di piatti tradizionali, di quelli che hai imparato ad amare in casa, sono andata a bussare alla porta della nonna, la mia paladina degli gnocchi. Amavo vederla infarinata fin sopra le lenti dei suoi occhiali, le mani che schiaffeggiavano quella insolita palla di pasta, e più la strapazzava e più lei si faceva docile, fino a prendere una forma perfetta. Nonostante ai miei occhi apparisse tutto come una curiosa e ardua impresa, mia nonna mi semplifica il tutto dicendo: “e che ce vole fija mia, brava, imparate perché quando io non ci sarò più, chi li fa li gnocchi?”.

Non aveva tutti i torti la nonna, la procedura per fare gli gnocchi non è affatto complessa, anzi.

Continue reading